Sopra un costone di roccia a strapiombo sulla valle del Neto, posta proprio sotto uno dei baluardi del castello normanno, sorge la piccola chiesa del Pozzoleo o di Santa Filomena. Mirabile esempio di architettura sacra di transizione, la chiesetta risale al periodo compreso tra il XI ed il XII secolo d.C, edificata quindi in epoca normanna sopra un precedente impianto che prendeva il nome di chiesa di Santa Maria del Pozzo, o più brevemente chiesa del Pozzoleo, così chiamata perchè vi era sul luogo una cisterna. Però le dimensioni dell’attuale chiesa, e la magnifica cupola ornata a motivi orientali, tradiscono un impianto tipicamente bizantino. Su uno dei lati dell’edificio sacro, si aprono due bei portali d’ingresso ad arco acuto, decorati a losanghe e rosoni, con piccole colonne incassate. La chiesa presenta una grande abside centrale, fiancheggiata da due absidi di dimensioni più piccole, e una cupola slanciata di forma conico-cilindrica, ornata da 16 colonnine, secondo un motivo tipico delle chiese armene. All’interno era possibile ammirare un’acquasantiera su pilastro ottagonale, realizzata in marmo pario e abbellita da elementi decorativi a foglie (oggi l’acquasantiera si trova nel Museo Diocesano di Santa Severina). Nel complesso la chiesa di Santa Filomena è composta da due piani: quello inferiore era, secondo un’antica leggenda, adibito a pozzo e venne trasformato in cripta in seguito ad un miracoloso accadimento. La chiesa vera e proprio invece si trova al secondo piano, ma data la pendenza del terreno su cui poggia, l’ingresso alla chiesa avviene dal piano terra.

Fonte calabriatours.org

Indirizzo & Contatto

Il nosto indirizzo

SP25 88832 Santa Severina KR

GPS

39.14702782307805, 16.915512084960938

Telefono

-

Email

-

Web

-

Estensione Oggetto

Visitabile al pubblico

Recensioni

Lascia una recensione

Solo gli utenti registrati possono aggiungere una recensione