La chiesa di Santa Maria del Gamio (dal greco = nozze, riferentesi senza dubbio a quelle di Cana, che erano raffigurate anche in un dipinto, che dominava l’Altare Maggiore poi andato disperso) risale al periodo bizantino, al cui rito la Chiesa appartenne, sembra, fino al 1568, e alle cui maestranze si dovrebbero riferire quelle figure di Santi con iscrizioni in greco che, secondo antiche cronache, erano affrescati sulla facciata, distrutta nel secolo scorso quando tra il 1870 e il 1874, su disegni di un certo Giuseppe Ruffo di Catanzaro, l’edificio venne allungato nella pianta con la creazione di una nuova facciata in stile neo-palladiano. Anche il Campanile venne rifatto totalmente a partire dal 1882 e ricoperto con una cuspide decorata da mattonelle disposte a squame di pesce verdi e gialle di chiare reminiscenze campane. Al suo interno si conservano numerose ed importati opere d’arte. Manufatti di alta ebanisteria del XVII E XVIII sec., argenterie e fastosi parati antichi in velluto e seta, oggi conservati nell’annesso Museo di Arte Sacra. Magnifico è il soffitto a cassettoni dorati e dipinti del 1619 che sovrasta la navata maggiore arricchita un fonte battesimale con leone stiloforo del tardo ‘ 400, da cappelle laterali contenenti altari costruiti nel XVIII sec. da ottime maestranze e da statue e dipinti di notevole valore tra i quali spiccano le “Nozze Mistiche di S. Caterina” di Paolo di Maio del 1756. In uno stipo, a fianco dell’altare centrale, trova posto una interessante e corposa esposizione di reliquie sacre di tantissimi santi. In un ambiente sottostante la chiesa si trova il succorpo o cripta con un bel altare scolpito in pietra secondo i canoni della Rinascenza con pilastrini adornati dalle figure dei Santi Paolo e Leonardo a sinistra e Pietro e Andrea a destra, cornici dorate e dipinti sacri e, sulla parete di fondo, è presente una veneratissima effigie del Crocefisso risalente ai principi del XVII secolo di scuola messinese.

Informazioni e servizi aggiuntivi

Visitabile al pubblico

Ingresso libero

Aperto al pubblico

Luogo aperto al pubblico e di libero accesso, senza necessità di pagare un biglietto d'ingresso

Estensione Oggetto

Visitabile al pubblico

Ingresso libero/pagamento

Ingresso libero

Recensioni

Lascia una recensione

Solo gli utenti registrati possono aggiungere una recensione